Come controllare il respiro ed il battito cardiaco con Google Fit


Molte volte si può sentire come l’ultimo Smartwatch è capace di calcolare i nostri battiti, o anche di controllare il ritmo con il quale respiriamo. Ma vi siete mai chiesti come fa ad ottenere tutto ciò? Ci sono attualmente diversi metodi per constatare il battito cardiaco ed il ritmo del respiro. Si può ad esempio usare un sofisticato sensore (il quale rappresenta la soluzione più accurata) o anche una semplice luce ad alta densità, lasciando poi al processore ed al programma il resto del calcolo. Esatto: è proprio così semplice! Ed è anche la logica sul quale si basano molti Smartwatch economici.

Ma per quel che riguarda gli Smartphone? 

Tempo fa questa funzione è stata introdotta dalla Samsung, ed ha cominciato a rendere sempre più evidente un sistema di calcolo che è possibile attuare per poter decidere con precisione i battiti corporei così come il ritmo del nostro respiro. Con l’andare degli anni, Google ha ben inteso come implementare questa tecnologia in un po’ tutti gli Smartphone, usando il proprio programma Google Fit.

Attraverso Google Fit è infatti possibile controllare sia il battito cardiaco che il ritmo del respiro, anche se bisogna ovviamente anche considerare le limitazioni tecniche in questo termine. In tal caso una fotocamera non troppo scarsa è richiesta, qualcosa che è almeno capace di registrare in Full HD con un buon rateo di qualità, quindi un sensore non troppo arretrato. Insomma, per ottenere dei buoni risultati è necessario che lo Smartphone non sia né troppo vecchio, né troppo economico. Questo specialmente per controllare il rateo del respiro.

La procedura per controllare il battito cardiaco

Per prima cosa, scaricate Google Fit ed impostatelo a dovere sul vostro Smartphone. Entrambe le funzioni sono presenti comunque fra le scelte principali.

Ad esempio, per controllare il battito cardiaco vi basterà scorrere in basso nella schermata principale. Fra le funzioni disponibili spunterà quello relativo ai battiti. Premete quindi su “+”. Verranno chiesti un paio di permessi, che vanno concessi. Verrà accesa il Flash della fotocamera, così come verrà attivata la fotocamera stessa. Posizionate il dito indice sull’obiettivo della fotocamera e attendete qualche secondo. Alla fine del test, verrà mostrato il battito cardiaco.

Tornando nella schermata principale e continuando a scorrere, sarà possibile trovare la scelta relativa al ritmo della respirazione. In questo caso verrà usata la fotocamera frontale (altrimenti definita anche come selfie camera). Aspettate che il test arrivi al suo compimento. Vi verrà perciò indicato il vostro ritmo di respiro attuale.

Queste sono senza dubbio funzioni molto semplici, ma costituiscono comunque un buon sostituto nel caso non avete uno Smartwatch a portata di mano!